A churning urn of burning funk: “Get On Up”, la vita di James Brown

Il primo agosto sarà nelle sale statunitensi “Get On Up”, biopic sulla vita di James Brown. Il “Padrino del Soul” (ma anche il “Signor Dinamite”, “Il Più Instancabile Lavoratore dello Show Business” e il “Fratello dell’Anima numero 1”) è stato uno degli individui che più hanno segnato la musica del Novecento, una figura per cui, una volta tanto, la definizione di “genio” non è usata a sproposito. La sua vita è stata lunga (o forse lo è solo sembrata, a causa di tutte le peripezie che l’hanno caratterizzata) e avventurosa (per usare un eufemismo), e costituisce un’ottima base, anche solo nella sua versione autentica e non romanzata, per un racconto avvincente: c’è, quindi, da augurarsi che la trasposizione cinematografica ne faccia buon uso. Per quanto è dato di vedere dal trailer, le premesse ci sono; speriamo non siano disattese. Da queste parti, comunque, l’attesa resta alta, se non spasmodica.

L’edizione italiana dovrebbe uscire a novembre (il filmato che trovate sopra è nella nostra lingua), ma nel frattempo la versione originale si sarà senz’altro resa reperibile per chi fosse interessato e dotato di sufficiente dimestichezza con l’inglese (e la dimestichezza richiesta in questo caso si preannuncia profonda, giacché molti dialoghi saranno in slang afroamericano e la recitazione tenderà a riprodurre la parlata di strada dell’inner city, con lo strascicato accento e la spesso peculiare pronuncia dei neri).

Per ingannare il tempo dell’attesa, ecco qua un prontuario minimo indispensabile dell’opera di James Brown, per entrare nel mood. Minimissimo, anzi, ché il Padrino ha tenuto a battesimo decine di album di materiale originale. E se la migliore introduzione resta sempre il box in quattro CD “Star Time”, che raccoglie in una settantina di brani il meglio della produzione 1953-1984, io mi fermo a venti selezioni, in ordine grosso modo cronologico; numero sufficiente a farsi un’idea del catalogo dell’artista senza, però, stancarsene. Let’s groove.

1. Please, Please, Please
2. Night Train
3. Papa’s Got A Brand New Bag
4. I Got You (I Feel Good)
5. It’s A Man’s, Man’s, Man’s World
6. America Is My Home
7. Say It Loud – I’m Black And I’m Proud
8. Mothern Popcorn
9. Funky Drummer
10. Get Up (I Feel Like Being A) Sex Machine
11. Soul Power
12. Talkin’ Loud & Sayin’ Nothing
13. Get Up, Get Into It, Get Involved
14. Hot Pants
15. Make It Funky
16. King Heroin
17. Public Enemy #1
18. Funky President (People That’s Bad)
19. Get Up Offa That Thing
20. Living In America

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...